Home » Notizie » Abitanti delle Afriche

Mostra/Nascondi il menu

Abitanti delle Afriche

RSS

Appello alla solidarietà internazionale STOP ALL'INDUSTRIA DI MORTE A GABES!

L’Associazione Tunisina degli Abitanti per l'Alloggio Dignitoso e l'Alleanza Internazionale degli Abitanti sono solidali con il Movimento STOP POLLUTION GABES. La lotta all'inquinamento e l'applicazione dell'articolo 45 della Costituzione devono essere una priorità in Tunisia e al centro della solidarietà degli abitanti del Mediterraneo.

APPELLO: PRIMO FORUM DEGLI ABITANTI DEL MEDITERRANEO VERSO LA CREAZIONE DELLA RETE MEDITERRANEA DEGLI ABITANTI

Sabine Réthoré, Dessins. Cartographie contemporaine (http://www.sabine-rethore.net) Venite tutte e tutti dal 21 al 23 giugno 2019 a Marsiglia, Francia! Siamo più di 500 milioni ad abitare i 22 paesi che si affacciano sul mar Mediterraneo. Questo spazio comune e condiviso, potrebbe farci vivere in pace e potremmo circolare liberamente nel rispetto dell'ambiente e dei diritti umani di tutte e di tutti.

Appello delle associazioni e collettivi per gli Stati generali di Marsiglia: Vivente, Popolare e Accogliente

Un Appello per gli Stati Generali di Marsiglia è stato diffuso durante la commemorazione del crollo di due immobili in rue d'Aubagne , dove otto persone sono morte nel novembre 2018.

Resistere per partecipare, Rinegoziare i miglioramenti degli slum attraverso la resistenza

Sommario Migliorare le baraccopoli è una politica che è stata sostenuta in tutto il sud del mondo incontrando con pochi ostacoli. Gran parte del “successo” dei progetti di miglioramento degli slum è dovuto al fatto che sono stati realizzati in modalità partecipativa. Tuttavia, al contrario di quanto molte organizzazioni credono, le ricerche scientifiche hanno dimostrato come le politiche di tipo partecipativo spesso favoriscano la chiusura del dibattito e riducano la responsabilizzazione relativa all’implementazione su larga scala di progetti infrastrutturali. Nel caso di Nairobi, molti di questi corpi partecipativi sono cooptati dalle “élite” locali.

Rabat, Migranti e Diritto alla Casa nella Giornata Internazionale dei Migranti

Nel contesto della Giornata Internazionali dei Migranti, la Rete Marocchina Per l’Alloggio Dignitoso (Réseau Marocain Pour le Logement Décent-RMLD), membro attivo dell’Alleanza Internazionale degli Abitanti (IAI) e membro fondatore della Coalizione Marocchina de la Giustizia Climatica, organizza “Migranti e diritto alla casa”, sabato 22 dicembre 2018 nella sede dell’ Associazione degli affari social di donne e uomini e degli insegnanti a Rabat.

Il programma degli Abitanti ad Africities 2018

Organizzato da CGLU-A a Marrakech, in Marocco, dal 20 al 24 novembre 2018, Africities VIII è il più importante forum degli amministratori di enti locali del continente . La IAI parteciperà per rafforzare la voce degli abitanti in questo dialogo, organizzando il 23/11 l'incontro "Verso la costruzione della Rete Mediterranea degli Abitanti" per rispondere alla richiesta di libertà di risiedere e di circolare degli abitanti di questo mare comune.

Verso la costruzione di una Rete Mediterranea degli Abitanti

Questo incontro, organizzato dalla IAI a Africities il 23/11/2018, mira a istituire una rete internazionale di organizzazioni di abitanti dei paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo, residenti e migranti, in collaborazione con le autorità locali che condividono un approccio basato sui diritti umani nella realizzazione di politiche abitative, nella pianificazione urbana e nelle politiche di governo democratico.

Sgomberi e cittadinanza a Casablanca

L’ultima settimana di settembre un’ondata di sgomberi si è abbattuta sul quartiere industriale di Ain Sbaa, periferia nord di Casablanca, Marocco. Un’enorme spiegamento di polizia ha sgomberato oltre 1.300 case autocostruite nel quartiere di Douar Wasti , insediato nella zona sin dagli anni trenta. I circa 5.000 abitanti da sei mesi negoziavano con le autorità locali, ma non si aspettavano certo di essere buttati in strada in massa, con i cecchini che li puntavano dai palazzi intorno, e senza alcuna compensazione tranne la promessa di ottenere, un giorno, una parcella di terreno a 30 km di distanza, nell’area rurale di Hay Hajjaj .

Desalojos en Casablanca: solidaridad y propuestas de la RMLD

La Red Marroquí para la Vivienda Digna (RMLD) en Casablanca/Settat denuncia las violaciones de los derechos humanos reconocidos por parte de Marruecos, que se encuentran en los desalojos de los habitantes de Casablanca como parte del programa “ciudades sin tugurios”. Una tragedia anteriormente sufrida por cientos de miles de habitantes de otras ciudades y países vecinos del Mediterráneo. La Alianza Internacional de los Habitantes ha compartido solidaridad y propuestas para solucionar el problema.

Douar Wasti, Casablanca: demolizioni e sfratti massicci

Vista dall'alto delle macerie del quartiere Douar Wasti, demolito in un fine settimana dal governo marocchino Venerdì 21 Settembre, 2018, un contingente di circa 2,000 poliziotti, militari e altre forze dell'ordine hanno fatto irruzione nel quartiere di Douar Wasti di Casablanca, al centro dell'area industriale litoranea di Ain Sbaa. Nel giro di poche ore, l'intero quartiere è stato sgomberato. Oltre 1300 abitazioni sono state demolite dalle ruspe, e gli abitanti, oltre cinquemila, con un grandissimo numero di bambini, costretti a recuperare i propri oggetti in poco tempo e ad ammassarli sull'asfalto.