Home » Notizie » Abitanti delle Afriche

Mostra/Nascondi il menu

Abitanti delle Afriche

RSS

Liberia: “Useremo i nostri bambini come scudi”

HARBEL, Liberia, 11 dicembre 2008 (IPS) - “Non lasceremo entrare i bulldozer a distruggere la nostra terra. Se necessario, useremo i nostri figli come scudi; saremo costretti a farlo”, lamenta Eric Lavella, un lavoratore di mezza età impiegato presso la fabbrica della Firestone e che vive nel cuore della più vasta piantagione di caucciù della Liberia, 60 chilometri a sud della capitale Monrovia.Rebecca Murray

Le abitazioni delle baraccopoli tra le speculazioni più lucrative di Nairobi

Di GATONYE GATHURA, 22 dicembre 2008, Daily NationSecondo un rapporto di UN-Habitat, i proprietari degli immobili riusciranno ad avere un rientro dei costi di costruzione in 10 mesi.

L'Afrique se rend chez Obama

Il Cairo, persone ancora sotto le macerie

Sabato (6/9/2008), un pezzo di roccia si è abbattuto su diverse case abitate da povera gente nell’area di Al-Doweqa, nei pressi di Mansheyet Nasser Section, nella parte occidentale di Cairo. Fino ad ora il bilancio del disastro è di 20 morti e 35 feriti; inoltre, più di 500 persone si trovano ancora sotto le macerie.

Sfratti forzati raggiungono livelli di crisi

La ricerca condotta da Amnesty International e dal Centro per i Diritti alla Casa e gli Sfratti di Ginevra (COHRE) rivela che la pratica degli sfratti forzosi in Africa ha raggiunto proporzioni epidemiche, con più di tre milioni di Africani cacciati dalle proprie case a partire dal 2000.

Gli sfrattati dell'Africa

La beautification delle città africane: i poveri come spazzatura In Africa le metropoli stanno diventando sempre più eleganti, ma a spese dei poveri.

Egitto: Analisi dei programmi 2005 per la presidenza da un punto di vista del diritto alla casa

Il Centro egiziano per il Diritto alla Casa (CEDC) presenta questa valutazione dei programmi elettorali e delle promesse per una prospettiva del diritto alla casa.

Gli abitanti dei quartieri poveri si aggiudicano il premio UN-HABITAT

E’ stato un lungo viaggio, dai bassifondi della bidonville Korogocho di Nairobi ai pavimenti marmorei della sala da ballo dell’Hotel a cinque stelle Grand Regency.